logo-martina-lillliu-nutrizionista

Dislipidemie

L’ipercolesterolemia è una aumentata concentrazione di colesterolo circolante nel sangue. Normalmente questi valori devono assestarsi, per il colesterolo totale, sotto i 200 mg/dl, ma si parla di ipercolesterolemia quando superano i 240 mg/dl. Il colesterolo, una molecola rigida, insolubile e fortemente presente negli alimenti di origine animale, tende ad accumularsi nelle arterie e nei vasi sanguigni di grosso calibro (i più importanti per la circolazione ed il pompaggio cardiaco) creando formazione di placche ateromasiche pericolosissime per l’aumentato rischio di eventi cardiocircolatori acuti come infarti ed ictus.

Il colesterolo totale, si divide in due frazioni, HDL o colesterolo buono deve essere superiore a 40 mg/dl mentre il colesterolo cattivo o LDL, deve avere un valore inferiore a 130 mg/dl meglio se tra 100 e 130 mg/dl. Attenzione anche ai trigliceridi, che partecipano al danno arterioso e all’aumentato rischio cardiovascolare.

L’ipercolesterolemia può essere familiare o congenita (non indotta dall’alimentazione, ma con colesterolo autoprodotto dall’organismo)) o con cause solo ed unicamente in essa. In entrambi i casi AVERE UN PIANO ALIMENTARE PERSONALIZZATO A BASSO CONTENUTO DI GRASSI E COLESTEROLO e mantenerti attivo, sarà assolutamente necessario per la tua salute e ti aiuterà a gestire le terapie e gli alti rischi! Fatti seguire da un Nutrizionista specializzato e preparato!

Condividi sui tuoi social

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp

Leggi gli ultimi Articoli